Cosa c'è di nuovo ?

Giubotto Ferrari 1999/2000 – Jean Todt

giubotto_ferrari_anno_2000_todt

A metà del 1993, Luca di Montezemolo chiama a Maranello Jean Todt, ex navigatore di rally ed ex Direttore Sportivo di Peugeot. Figura carismatica, autoritaria, Todt deve ricostruire una Ferrari partendo dai due piloti: Berger e Alesi. Punto fermo la sua voglia di vincere, forte delle vittorie di due titoli Mondiali Piloti Rally e due Costruttori (1985-1986) oltre di quattro Parigi-Dakar. Il debutto di Jean Todt in Ferrari avviene proprio nel gran premio di casa, a Magny Cours e tutti in GES capiscono al volo di che pasta sia fatta questo uomo. Nel 1994 e 1995 conquista due vittorie con Berger (Germania) e Alesi (Canada). Ma lui vuole un Campione per risollevare le sorti della Casa del Cavallino: Schumacher.

Così nel 1996, contro il parere di molti, in concerto con Luca di Montezemolo, vuole Michael Schumacher, bi-campione del mondo e da allora i successi hanno incominciato a gratificare il suo lavoro e a far gioire il popolo ferrarista.
Nel 2006 Todt è nominato Amministratore Delegato di Ferrari S.p.A., lasciando la DS a Stefano Domenicali, ma continuando a seguire dal muretto le imprese degli “uomini rossi”, impartendo sempre un ordine ben preciso che ha fatto scuola in F1: ordine, disciplina e pulizia, ruolo che ricoprirà fino al dicembre 2007. Ad oggi con Todt la Ferrari ha vinto sette titoli Costruttori (1999 – 2000 – 2001 – 2002 – 2003 – 2004 – 2007) e sei titoli Piloti (2000 – 2001 – 2002 – 2003 – 2004 – 2007), grazie a Michael Schumacher, Rubens Barrichello, Eddie Irvine, Felipe Massa e in chiusura il neo Campione del Mondo 2007 Kimi Raikkonen.
Nel marzo 2008 Jean Todt lascia la carica di Amministratore Delegato mantenendo gli incarichi di Presidente del C.d.A di Ferrari, Asia Pacific oltre a quello di Ferrari West Europe, continuando a rappresentare la Scuderia al Consiglio Mondiale della FIA. Inoltre Luca Cordero di Montezemolo gli affida gli incarichi “speciali” di gestione delle attività Gran Turismo e Sportiva. E’ sicuramente la persona che ricorda più da vicino Enzo Ferrari ai tempi della Scuderia di Modena.

Lascia tutte le cariche all’interno della Ferrari (consigliere di amministrazione e ogni altra carica) nel marzo 2009, dopo 15 anni si “servizio” iniziati il 1°luglio 1993 e dopo avere conquistato in pista 7 titoli costruttori e sei titoli piloti. Nell’ottobre 2009 Jean Todt viene eletto con 135 voti contro i 49 di Ari Vatanen Presidente della FIA, succedendo a Max Mosley.

Lascia il tuo commento

Autore Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e fotografia, mi occupo di progettare e sviluppare applicazioni web. Mi occupo di SEO, web marketing e Google Adwords. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *