Aston Martin DBS – 007 James Bond


Aston Martin DBS James Bond 007

In Casino Royale l’MI6 consegna a 007 le chiavi di una splendida Aston Martin DBS nuova di zecca. Questo modello combina l’eleganza di un’auto da strada con l’eccezionale velocità e maneggevolezza di un’auto da corsa.
L’Aston Martina DBS di Bond esprime le caratteristiche tipiche di un’auto da corsa, dal rombo aggressivo del motore fino alle linee pulite e alla velocità.

Il capo design di Aston Martina, Marek Reichman, definisce la DBS “un punto di congiunzione tra la nostra elegante auto da strada DB9 e la potente auto da corsa DBR9.”
A giudicare dal cappottamento da record nel finale, è altrettanto chiaro che, proprio come Bond, la DBS è una star dello spettacolo.

Ma vediamo insieme, quali sono le caratteristiche principali e quali modifiche ha apportato il Settore Q.
Le caratteristiche di serie vedono una linea da corsa, che ricorda molto la fortunata Aston Martina DBR9 e i componenti aerodinamci con uno spoiler frontale e il diffusore posteriore.
Le porte ad ala di cigno si aprono all’infuori e leggermente all’insù, facilitando l’ingresso nell’abitacolo, che per la versione 007 è accessoriata da un kit medico di pronto soccorso.
Il Settore Q non ha badato a spese e ha inserito una sonda remota, che invia informazioni via cellulare all’MI6 e un defibrillatore.  Poi nascosto in un vano porta oggetti c’è una pistola automatica con silenziatore.

Il prezzo è tutta una sorpresa, ma chiaramente nella versione che troverete nei concessionari non troverete i gadget del film.

Nessun commento

Lasciami un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *