Bruce McLaren vince in Argentina. Inizia l’era del motore posteriore


gp argentina 1960 Bruce McLaren
f1-web.com.ar

Il 7 febbraio 1960, Bruce McLaren su Cooper vince il gran premio d’Argentina, prima prova del campionato del mondo di Formula 1 di quell’anno. Sul podio anche Cliff Allison su Ferrari e Maurice Trintignant sull’altra Cooper.
La scuderia britanniche portò in pista 4 monoposto con motore posteriore, visto che l’anno passato erano state molto competitive. La Ferrari iniziò a lavorare su un’idea simile ma iniziò la stagione 1960 con la 256 F1 con il motore collocato in posizione anteriore e derivata dalla 246 F1 che aveva portato Mike Hawthorn al titolo mondiale nel 1958.
Anche Colin Chapman iniziò seguito la tendenza iniziando progettare una Lotus con trazione posteriore.

gp argentina 1960 Bruce McLaren.
f1-web.com.ar

Di fatti, la gara argentina non vide molti cambiamenti a parte il passaggio di Graham Hill alla BRM.

Innes Ireland, con la Lotus, partì come un fulmine passando in testa alla gara, Stirling Moss invece non riuscì a sfruttare la pole position e si ritrovò ottavo. Purtroppo Innes non riuscì a mantenere la prima posizione lasciando a Bruce McLaren, il comando e la vittoria della gara.
Stirling Moss invece dovette abbandonare il circuito dopo aver rotto la sospensione al giro numero 40, mentre qualche giro prima Graham Hill, partito terzo, fu costretto al ritiro per l’eccessivo surriscaldamento della sua BRM.

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.