Fernando Alonso vince in Cina una gara con tanti colpi di scena


gp cina 2013 Fernando Alonso
Ferrari F1

Il 14 aprile 2013, Fernando Alonso con la Ferrari vince il gran premio di Cina, terza gara della stagione di Formula 1, davanti alla Lotus di Kimi Raikkonen alla Mercedes di Lewis Hamilton.

E’ stata una gara piena di colpi di scena e anche con molti investigati. Due grandi protagonisti: Fernando Alonso e le gomme. Il pilota spagnolo ha creduto fino in fondo a questa e l’ha vinta nel miglior modo possibile. Nessuno ha mai infastidito la F138 che è sempre stata superiore a tutte.

Comunque un podio bellissimo con anche il secondo posto della Lotus di Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton che rilancia la Mercedes.

La quarta posizione è occupata da Sebastian Vettel che comunque ha fatto vedere la sua bravura, anche con una Red Bull non proprio all’altezza. Rivelazione è la McLaren di Jenson Button che guadagna la quinta posizione. La scuderia inglese è riuscita ha portare in pista una monoposto migliorata, confronto alla vettura delle prime due gare.
Sesto posto per Felipe Massa con l’altra Ferrari, il pilota brasiliano dopo l’ottima partenza, si è dovuto sacrificare nel primo pit-stop, rientrando in mezzo al traffico.

Dietro alla Ferrari F138 numero 4 arriva la Toro Rosso di un bravissimo Daniel Ricciardo, che conquista dei punti importantissimi e rilancia il pilota australiano alla scalata per un posto in Red Bull. La posizione numero 8 è per Paul Di Resta che, con la Force India rimasta riesce comunque ad ottenere un buon piazzamento. Non molta bella l’azione fatta dal compagno di squadra Adrian Sutil proprio nei confronti del pilota scozzese. Nono tempo per l’altra Lotus di Romain Grosjean, che non brilla. La top ten è chiusa da un bravissimo Nico Hulkenberg da filo da torcere a Sebastian Vettel, e Lewis Hamilton. Una bella gara per la Sauber del tedesco.

La sfortuna invece insegue Mark Webber, che dopo una qualifica da dimenticare, rimane senza un gomma, mettendo in pericolo molti piloti, costretti ad evitare il pneumatico impazzito.

Le interviste a fine gara

Piero Ferrari:
La gara di Fernando è stata perfetta. La macchina è andata molto bene. E’ stata un po’ difficile da capire, almeno per me, ma la squadra si è comportata bene e Alonso si è mostrato un vero campione.Penso che oggi siano state fatte tutte le scelte giuste. L’ho ascoltato per radio ed ho apprezzato quanto sia sereno e tranquillo durante la gara e come abbia tutto sotto controllo. E’ un grande professionista e sono contento che sia con noi.

Fernando Alonso:
Sono davvero contento, sono passati otto anni dalla mia prima vittoria qui. E’ stata una gara perfetta per noi. La partenza è stata pulita, abbiamo subito passato Kimi e poi nel corso del primo stint anche Lewis. La macchina è stata ottima in tutta la gara, abbiamo gestito al meglio il degrado delle gomme. Ma non è stata una corsa semplice, c’è sempre del rischio quando devi fare dei sorpassi e c’era un pò di confusione e tensione legata alla strategia di Vettel. E’ un grande premio per il team dopo la delusione della Malesia.
Chi sarà il mio rivale per il titolo? Dobbiamo aspettare l’estate. Dopo la pausa estiva ci sarà un gruppo più ristretto di piloti in lotta e speriamo di farne parte. Spero che ne faccia parte anche Felipe perchè vorrà dire che la vettura va davvero bene. E’ presto per dire chi sia il mio principale avversario per il titolo. Noi speriamo di far parte di questo gruppo e spero che ci sia anche Felipe. Questo dimostrerebbe che la Ferrari sta andando bene. Ferrari, Red Bull, Mercedes e Lotus sono tutte nella stessa situazione. Dobbiamo aspettare e vedere come gli aggiornamenti cambieranno gli scenari. Non vanno, inoltre, dimenticati gli episodi: oggi Kimi ha avuto un incidente ed ha proseguito mentre noi in Malesia ci siamo ritirati; anche Webber ha avuto un inconveniente per un errato montaggio della gomma.Credo che uno dei nostri punti di forza degli ultimi anni è l’essere a posto la domenica mentre sul singolo giro facciamo un po’ più fatica. I long run e la gestione delle gomme è buona ma dobbiamo ancora essere molto attenti e massimizzare il risultato nei weekend come questo dove tutto va bene. Altre volte, invece, il meglio che si potrà fare sarà il terzo posto e allora si punterà a raggiungere quello.”

Kimi Raikkonen
Abbiamo perso alcune posizioni in partenza e abbiamo avuto qualche problema di assetto. Il bilanciamento sembrava buono in qualifica e nelle libere ma in gara non è stato perfetto.Ho avuto un contatto con Perez e ho gestito le gomme nonostante un accentuato sottosterzo. Il secondo posto va bene anche se volevamo vincere.”

Lewis Hamilton:
Una buona corsa, sono soddisfatto. Speravamo di vincere ma devo fare i complimenti a Fernando e Kimi che sono stati più veloci di noi.Nel finale ho cercato di mettere pressione a Kimi ma ho avuto un pò di problemi con il degrado delle gomme.Sono comunque arrivato sul podio quindi sono felice. Abbiamo ancora molto lavoro da fare per riprendere le Ferrari, sono molto veloci, così come le Red Bull. Ma siamo lì a lottare con loro e siamo soddisfatti.

Sebastian Vettel: 
In generale possiamo essere contenti dei punti di oggi. E’ stato un pò deludente non salire sul podio ma nel complesso possiamo essere contenti. La strategia penso fosse buona, ci è mancato poco per salire sul podio. Alla fine ho raggiunto Lewis ma ormai la gara era finita. L’obiettivo era proprio il podio, ma è andata così e non credo ci siano stati errori di strategia.

Mark Webber:
“Ero nel gruppo e stavo avanzando vedendo sulla mia scia Jean-Eric.Ero abbastanza indietro, ma lui sapeva che ero lì. Sembrava che mi stesse dando spazio, la strada lo permetteva, e invece quando sono arrivato c’è stato il contatto.
La collisione non è stata la fine del mondo, mancavano un paio di giri alla sosta per il cambio pneumatici, in ogni caso. I ragazzi pensavano che la ruota fosse fissata bene e invece poi è successo quello che avete visto.”

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.