Grand Chelem per Gilles Villeneuve nel Gran Premio degli Stati Uniti Ovest 1979


Grand Chelem per Gilles Villeneuve nel Gran Premio degli Stati Uniti Ovest 1979

L’8 aprile 1979, si è corsa per la quarta volta il gran premio degli Stati Uniti Ovest sul tracciato cittadino di Long Beach ed è anche stata la quarta prova della stagione. La gara è stata vinta dal canadese Gilles Villeneuve con la Ferrari 312 T4; per il vincitore si è trattato del terzo successo nel mondiale. Sul podio anche l’altra Ferrari del sudafricano Jody Scheckter e l’australiano Alan Jones con Williams-Ford Cosworth. Villeneuve ha conquistato l’unico “grand chelem” della sua carriera in F1, ottenendo pole position, giro veloce, vittoria e conducendo la gara per tutti i giri. Ultima gara in Formula 1 per il pilota italiano Arturo Merzario.
In qualifica la pole position fu conquistata da Gilles Villeneuve davanti alla Lotus di Carlos Reutemann. Terza piazzola per l’altra Ferrari di Jody Scheckter.

Dopo tre partenze, Villeneuve riuscì a partire bene mantenendo la prima posizione mentre Patrick Depailler con la Tyrrell si mise davanti a Scheckter che nel tentativo di resistere danneggiò l’ala anteriore. Il sudafricano venne superato anche da Jean-Pierre Jarier con la Shadow che dopo qualche giro salì addirittura in seconda posizione.

gp usa ovest 1979

Scheckter impiegò qualche giro a prendere confidenza con la vettura danneggiata poi si rimise a caccia dei rivali che lo avevano superato. Jody sorpassò Depailler e si lanciò all’inseguimento di Jarier. Raggiunse e attaccò il rivale a 27 giri dal termine portandogli via la posizione.

Il pilota di East London giunse secondo dietro a un Villeneuve semplicemente straordinario che rimase in testa per tutta la gara e ottenne anche il giro più veloce della corsa centrando l’unico gran chelem della carriera. In quel momento il canadese passava anche in testa alla classifica del mondiale. Per la Ferrari quella fu la doppietta numero 33 della storia.

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.