Le Ferrari dominano la 24 ore di le Mans, edizione 1961


Ferrari 250 GT SWB 24 Ore di le Mans 1961

Il 10 e 11 giugno 1961 si è corsa la 24 Ore di Le Mans. La classica gara di durata francese ha visto le Ferrari grandi favorite. Ben dodici le vetture di Maranello iscritte alla corsa, quattro delle quali sotto le insegne ufficiali dalla Scuderia.

Si trattavano di due 250 TRI/61, pilotate dal belga Olivier Gendebien e dallo statunitense Phil Hill e dal britannico Mike Parkes e dal belga Willy Mairesse, di una 250 GT SWB EXP, per il francese Fernand Tavano e Giancarlo Baghetti, e di una Dino 246 SP affidata al tedesco Wolfgang Von Trips e allo statunitense Richie Ginther.

La gara

In qualifica la pole position andò proprio a quest’ultima vettura ma le Ferrari nelle prime sette posizioni erano addirittura sei, con la sola Maserati Tipo 63 di Bruce McLaren e Walt Hansgen in grado di inserirsi in terza posizione.

In gara il dominio Ferrari fu assoluto con Gendebien ed Hill che dominarono la corsa alla media di 186,524 km/h riuscendo a percorrere 333 giri pari a 4476,5 chilometri. Al secondo posto si piazzò l’altra 250 TRI/61 di Parkes-Mairesse, staccata di tre giri, mentre sul terzo gradino del podio giunse la 250 GT SWB iscritta e guidata dal belga Pierre Noblet insieme al francese Jean Guichet.

Il modello

Per l’occasione la ditta francese Jouef Evolution ha creato un modello in scala 1/43 della Ferrari 250 GT SWB usata alla 24 ore di le Mans di colore bianco guidata dai due piloti americani: George Arents
e George Reed.

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.