Lewis Hamilton vince la penultima gara del 2011 ad Abu Dhabi


Lewis-Hamilton-2011-Abu-Dhabi
McLaren

Il 13 novembre 2011, Lewis Hamilton vince sul circuito di Yas Marina la diciottesima prova della stagione dopo la foratura di Sebastian Vettel a poche curve dalla partenza. Il pilota della McLaren si è trovato subito pista libera. Secondo sul podio un grande Fernando Alonso che conquista in poche curve la seconda posizione, sale sul gradino più basso anche l’altra McLaren di Jenson Button.
Quarto posto per Mark Webber che con la Red Bull superstite agguanta la posizione con una strategia del cambio gomme molto azzardata. L’australiano cambia il secondo treno di gomme proprio al penultimo giro prima della bandiera a scacchi.
Felipe Massa arriva quinto per l’ennesima gara dopo una prestazione discreta, anche se il testa coda gli fa perdere proprio una posizione a vantaggio di Mark Webber.
La sesta e settima posizione se le aggiudica la Mercedes GP di Nico Rosberg, sempre molto aggressivo e per Michael Schumacher.
Il tedesco guadagna i suoi primi punti su un circuito illuminato artificialmente.
Altra convincente prestazione per le Force India di Adrian Sutil e Paul Di Resta che guadagnano la posizione numero 8 e 9. Chiude la top ten Kamui Kobayashi con la sua Sauber. Da segnalare la grande rimonta delle Williams che partite ultime si sono classificate dodicesima e quattordicesima. Ritirati anche Ricciardo con la HRT, Sebastian Buemi con la Toro Rosso e D’ambrosio con la Virgin.

Breve sintesi della gara:
Partenza sprint per il campione del mondo che rimane in testa dello schieramento, dove però si fa largo Fernando Alonso che guadagna una posizione su Mark Webber.
Il pilota australiano sbaglia nuovamente la partenza e si fa infilare dallo spagnolo, ma non è finita, dopo poche curve, Sebastian Vettel tocca il piccolo scalino che delimita i cordoli e la ruota posteriore si affloscia e finisce fuori pista.
Intanto Alonso passa egregiamente Button e si porta dietro Lewis Hamilton che adesso conduce la gara.
Passano tutti i piloti e Sebastian Vettel, con molta fatica torna ai box, ma la gara finisce perchè il mozzo posteriore non è più in sicurezza. Veramente una sfortuna per il bi-campione del mondo che quest’anno non ha mai commesso errori.
Poi il GP si addormenta e si riaccende al giro 28 quando cala il buio sulla pista e la pista si illumina sotto le luci dei riflettori.
Pochi avvenimenti importanti da segnalare a parte le varie manovre di doppiaggio che hanno regalato non poche emozioni e che hanno anche penalizzato Maldonado e Senna per aver ostacolato il doppiaggio non rispettando le bandiere blu.

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.