Michael Schumacher vince il Gran Premio di San Marino 2000


GP San Marino 2000 michael schumacher

Il 9 aprile 2000, Michael Schumacher su Ferrari, vince il gran premio di San Marino all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, davanti alle due McLaren-Mercedes rispettivamente di Mika Hakkinen e David Coulthard.

Questa fu la terza gara della stagione e dopo le vittorie in Australia e Brasile, il tedesco guidava la classifica a punteggio pieno. Mentre il diretto rivale della stagione passata, arrivava a Imola con due ritiri consecutivi. Questo però non fu la resa delle frecce d’argento ma aprì una splendida lotta fra il tedesco e il finlandese.
Il sabato Mika Hakkinen conquistò la pole position per soli 91 centesimi da Michael Schumacher. David Coulthard e Rubens Barrichello con l’altra Ferrari chiudevano le due prime file.

Alla partenza il finlandese riuscì a mantenere la testa della gara, mentre Michael Schumacher, partito molto male, fu costretto a stringere Coulthard ed il fratello Ralf verso l’esterno della pista per mantenere la propria posizione. Tra tutti, ebbe la meglio Barrichello, che riuscì a passare il pilota scozzese della McLaren. Dietro ai primi quattro si inserì Villeneuve, partito benissimo dalla quinta fila; seguivano Trulli, Frentzen, Irvine e Ralf Schumacher. Häkkinen e Schumacher guadagnarono rapidamente un buon margine sul resto del gruppo, mentre Barrichello bloccava Coulthard.

Il finlandese cercò di avere la meglio sfruttando un undercut, fermandosi cioè in anticipo. La risposta del tedesco fu però imbarcare ancora più carburante.

La prima sosta avvenne in fotocopia per i due piloti di testa. Poi al secondo pit-stop, Hakkinen decide di rientrare ai box in anticipo sfruttando un undercut, dando però strada a Schumacher che iniziò a spingere sfruttando la pista libera. Grazie a questo Schumacher riuscì a mantenere il comando dopo la sua sosta, avvenuta 4 giri più tardi.
A punti arrivarono anche Rubens Barrichello con l’altra Ferrari, Jacques Villeneuve con la BAR – Honda e Mika Salo con la Sauber – Petronas.

La classifica di campionato in quel momento vedeva il tedesco al comando con 30 punti davanti al compagno di squadra Rubens Barrichello con 9 punti, seguito dagli 8 di Giancarlo Fisichella.
Primi 6 punti per la McLaren del campione del mondo in carica Mika Hakkinen.

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.