Nigel Mansell vince in Brasile con la F1-89. E’ l’anno dei cambiamenti!


nigel mansell gp brasile 1989

Il 26 marzo 1989, Nigel Mansell con la Ferrari si aggiudica il primo gran premio della stagione Jacarepagua in Brasile. Questa gara segna diverse novità e cambiamenti: i motori non sono più turbo ma potevano raggiungere la cilindrata fino a 3500 cm³ aspirati, con un numero di cilindri massimo pari a 12 e senza limite di consumo.
La Ferrari decise di adottare un motore V12. Molte scuderie, invece, tra cui la Benetton, decisero di adottare un propulsore Ford ad otto cilindri. Williams Renault e McLaren Honda invece rimasero su motori a dieci cilindri. Con il 1989, termina anche il monopolio della Goodyear con il ritorno di Pirelli.
Invece l’innovazione più rilevante la porta la Ferrari. Sulla F1-89 viene montato un nuovo sistema di cambio semiautomatico a gestione elettronica che permette di cambiare i rapporti attraverso una pratica leva al volante senza più dover staccare le mani dal comando.

piloti formula 1 1989

In qualifica è Ayrton Senna a dettare il passo con la McLaren. Al fianco del brasiliano troviamo la Williams – Renault di Riccardo Patrese. Le Ferrari, invece si piazzano in terza posizione con Gerhard Berger e in sesta con il nuovo acquisto Nigel Mansell.

Al via è il caos: Senna e Berger si toccano e per Gerhard la gara finisce subito mentre Senna resta in pista ma è fuori dai giochi. Mansell è in gran forma e al quarto giro supera la Williams di Thierry Boutsen gettandosi all’inseguimento dell’altra, guidata dal leader della corsa Riccardo Patrese.

Al giro numero 14, Mansell porta la sua F1-89 in testa alla gara. Il gran caldo costringe a cambi gomme più frequenti del previsto. Mansell si ritrova per due volte Alain Prost davanti ma in entrambe le occasioni lo supera riuscendo a girare anche due secondi al giro più forte del francese della McLaren. Al traguardo Nigel Mansell vince una bellissima gara precedendo Prost e la March dell’idolo locale Mauricio Gugelmin che conquista il suo primo podio in carriera.

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.