Quando Michael Schumacher salì per la prima volta su una Formula 1


michael schumacher test silverstone jordan 1991

Il 20 agosto 1991, sul circuito inglese di Silverstone, Michael Schumacher ha eseguito il suo primo test con una monoposto di Formula 1. Inizialmente la Jordan 191 era guidata da Bertrand Gachot che però ebbe problemi con la polizia britannica, si racconta che il pilota belga, durante una discussione, sparò un lacrimogeno in faccia a un tassista londinese.
Gachot fu subito arrestato e dovette passare un pò di tempo nella in cella.Eddie Jordan si trovò nella condizione di cercare un nuovo pilota, perché il gran premio del Belgio era alle porte.

Indice degli argomenti

L’ingaggio

In quel periodo, Michael Schumacher era al Nurburgring per una gara nel campionato World Touring Car Championship (FIA WTCC). Quando il suo manager, Willi Weber, apprese la notizia dell’arresto di Gachot, andò subito nella sua camera d’albergo e chiamò Eddie Jordan che però si trovava in vacanza in Spagna.
Weber spese ben 750 euro di telefono prima di riuscire a contattare Jordan.

Ma Eddie Jordan non non pensava minimamente di prendere Schumacher, la sua idea era quella di ingaggiare Keke Rosberg o Stefan Johansson.
A quei tempi, Michael Schumacher era sotto contratto della Mercedes. Si dice che Eddie Jordan ricevette 150.000 euro dalla casa di Stoccarda per far gareggiare il tedesco in Belgio.

Schumacher conosce il circuito di Spa-Francorchamps ? ” chiese Eddie Jordan. “Sicuro! Il circuito è vicino a Kerpen, città dove vive Michael.” rispose Willi Weber.

Se Jordan avesse saputo che Schumacher non aveva mai guidato a Spa, avrebbe probabilmente detto no a Weber. Infatti, il giovane tedesco non aveva mai guidato in Belgio.

I primi chilometri di F1

Il circuito di Silverstone è stato il luogo d’azione per il primo test di Formula 1 di Schumacher.E’ stato piuttosto impressionante.
Quando salii per la prima volta in macchina a Silverstone, mi fece una grande impressione“, disse Michael dodici anni dopo – “Ricordo ancora il primo giro, la macchina era molto veloce, ma era anche molto difficile da guidare, dal secondo giro iniziai a sentirmi meglio, dal terzo tutto andò meglio e mi sentii completamente a mio agio.
I test furono impressionanti e a Schumacher venne data l’opportunità di mettersi alla prova facendolo partecipare alla gara di Spa-Francorchamps.
Il tedesco imparò il layout della pista percorrendola in bici. Fu questa la carta vincente che gli regalò il settimo posto in qualifica, staccando di un secondo il compagno di squadra Andrea De Cesaris.
Ma la gara di Michael terminò dopo pochi metri per la rottura della frizione.

Due settimane dopo, a Monza, Schumacher era su una Benetton

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.