Vittoria in nero per Niki Lauda al Gran Premio del Sud Africa 1977


Niki Lauda partenza gp sud africa 1977

Il 5 marzo 1977, Niki Lauda vinse il gran premio del Sud Africa, terza prova della stagione di Formula 1. Sul circuito di Kyalami, l’austriaco portò a casa la tredicesima vittoria, precedendo sul traguardo Jody Scheckter su Wolf-Ford Cosworth e Patrick Depailler su Tyrrell-Ford Cosworth.
Ma la gara fu segnata dalla morte del commissario di pista Frederik Jansen van Vuuren e dal pilota inglese della Shadow, Tom Pryce.

tom pryceAl via Lauda, partito in terza posizione, superò la Brabham-Alfa Romeo di Carlos Pace e si accodò a James Hunt. Al settimo passaggio,  il sorpasso dell’austriaco ai danni del campione del mondo in carica, che,  undici giri dopo venne superato anche da un aggressivo Scheckter che non esitò a “sportellare” l’avversario alla prima curva.

Al giro numero 22, successe l’incredibile; Renzo Zorzi ruppe il motore della sua Shadow e accostò sul rettilineo di fronte ai box,  la vettura prese fuoco e un commissario attraversò la pista con in braccio un estintore. In quel momento passò Pryce, altro pilota Shadow, che falciò il commissario. Tom venne colpito dall’estintore sul casco e morì sul colpo, con la sua vettura, ormai fuori controllo, che alla staccata centrò la Ligier di Jacques Laffite che aveva frenato per affrontare la prima curva.

I detriti della vettura complicarono anche la gara di Lauda. Un pezzo del roll-bar della Shadow si infilò sotto la 312 T2 che cominciò a perdere acqua. Niki rallentò e venne quasi raggiunto da Scheckter, Hunt e Depailler ma riuscì comunque a tenere a bada i rivali. Per il pilota della Ferrari arrivò un successo importante che gli permise di portarsi a soli due punti da Scheckter nella classifica di campionato.

Pryce incidente 1977

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.